Seul 1988 - 25 anni dopo, Storie Olimpiche — 29 settembre 2013 at 00:00

Seul 1988 / 25 anni dopo: 29 settembre – Florence Griffith-Joyner firma un super record del mondo nei 200 metri

by

griffith1Ci avviciniamo alla conclusione del nostro speciale per ripercorrere, in occasione del 25mo anniversario, i Giochi Olimpici di Seul 1988. Vediamo i fatti principali, accaduti il 29 settembre di 25 anni fa:

Atletica Leggera: La statunitense Florence Griffith-Joyner, dopo l’oro nei 100 metri femminili, stravince anche nei 200 firmando un record inarrivabile ancora oggi. Dopo 21″34 taglia il traguardo con il solito sorriso e a braccia alzate. Dietro di lei la giamaicana Grace Jackson (21.72) e la tedesca dell’est Heike Drechsler (21.95).

Nel salto in lungo femminile c’è un’altra grande protagonista dei Giochi 1988, anche lei americana. E’ Jackie Joyner-Kersee  che dopo aver vinto l’oro dell’Heptathlon (con punteggio record), si ripete nel salto in lungo saltando la fantastica misura di 7.40 metri, tuttora primato olimpico. Sul podio con lei anche la tedesca dell’est Heike Drechsler (7.22) e la sovietica Galina Chistiakova (7.11) al termine di una delle gare più belle di sempre mai disputate nel lungo femminile. Per dare un’idea del valore di quella finale, basti pensare che la sovietica Yelena Belevskaya, finisce quarta, fuori dalle medaglie, pur saltando 7.04, una misura che sarebbe valsa il titolo in tante altre edizioni.

Scherma: Dalla finale di sciabola a squadre maschile arriva un bronzo per l’Italia con Scalzo, Marin, Dalla Barba, Meglio e Cavaliere. La vittoria va all’Ungheria che supera in finale l’Unione Sovietica.

Pallavolo: Nella finale del volley femminile l’Urss supera il Perù, in 5 set, al termine di un incontro sportivamente tra i più drammatici mai visti alle Olimpiadi. Ecco le fasi finali nel video seguente:

Leave a Reply