Seul 1988 - 25 anni dopo, Storie Olimpiche — 28 settembre 2013 at 00:00

Seul 1988 / 25 anni dopo – 28 settembre: il basket Usa si inchina all’Urss in semifinale

by

BASKETBALL TEAM USSR GOLDIl 28 settembre di 25 anni fa alle Olimpiadi di Seul 1988 segna il giorno in cui la supremazia americana nel basket olimpico viene definitivamente interrotta.

Già a Monaco 1972, gli statunitensi erano stati battuti dall’Urss, ma al termine di un finale controverso come pochi altri nella storia della pallacanestro. In Corea invece, la vittoria dei sovietici è netta. Sabonis, Marciulonis  e compagni si impongono 82-76 senza mai essere inprensieriti realmente, dopo il primo tempo, chiuso avanti di 10 punti. Questa sconfitta spingerà l’orgoglio Usa a schierare non più una squadra di giovani universitari della NCAA, ma le stelle professionistiche della NBA. A Barcellona 1992, 4 anni dopo, tutto il mondo ammirerà il dream team a stelle e striscie, con Michael Jordan, Larry Bird, Michael Johnson e tanti altri fantastici giocatori che riaffermeranno con il punto esclamativo la potenza yankee nel basket mondiale, dando vita ad una squadra irripetibile.

L’intera partita tra Usa e Urss a Seul 1988:

Atletica: Dopo la giornata di pausa del 27 settembre, il programma dell’atletica riprende con delle interessanti finali. Nei 200 metri maschili si aspetta il bis olimpico di Carl Lewis che viene invece battuto dal 21enne connazionale Joe De Loach (19″75) che lo precede di 4 centesimi sul traguardo.

Nei 400 metri maschili tripletta Usa come 20 anni prima a Città del Messico 1968. Oro a Steve Lewis (43″87) che a 19 anni e 133 diventa il più giovane campione nella storia olimpica dell’atletica leggera. Dietro di lui il primatista mondiale Butch Reynolds e Danny Everett.

Sfiora la medaglia l’azzurro Alessandro Lambruschini, quarto nella finale dei 3000 siepi maschili vinta dal keniano Julius Kariuki sul connazionale Peter Koech e sul britannico Mark Rowland. Nei 400 ostacoli femminili una gioia per l’Australia che conquista l’oro grazie a Debbie Flintoff-King. Con un recupero prodigioso supera nel finale la sovietica Tatyana Ledovskaya vincendo per un centesimo con il tempo di 53″17, record olimpico.

Infine nel salto con l’asta uomini, la vittoria, l’unica conquistata alle Olimpiadi dall’immenso Sergey Bubka, re assoluto della specialità. A Seul vince con 5.90 (primato olimpico) componendo un podio tutto Urss insieme a Rodion Gataulin e Grigory Yegorov (clicca qui per il video ufficiale sul successo di Bubka).

Scherma: L’Italia del fioretto femminile è argento nella prova a squadre. Zalaffi, Bortolozzi, Vaccaroni, Traversa e Gandolfi, si inchinano in finale solo alla Germania Ovest che aveva monopolizzato il podio della prova individuale.

Sollevamento Pesi: La pesistica assegna il suo ultimo titolo, quello della categoria più spettacolare, con gli atleti di oltre 110kg di peso. La vittoria è del sovietico Aleksandr Kurlovich che solleva in totale 462.5 kg.

Leave a Reply