Olimpiadi Los Angeles 1984, 30 anni dopo – 3 agosto, Mary Lou Retton e Jon Sieben sugli scudi

by
Mary Lou Retton

Mary Lou Retton

Il 3 agosto di 30 anni fa, alle Olimpiadi di Los Angeles 1984, debutta l’atletica che assegna i primi due titoli. Nella 20 km di marcia maschile è doppietta messicana con Ernesto Canto all’oro e Raul Gonzalez all’argento mentre il bronzo va all’azzurro Maurizio Damilano. Nel getto del peso femminile vittoria invece alla tedesca occidentale Claudia Losch.

L’Italia è ancora sul podio nella scherma. Un giorno dopo il trionfo di Mauro Numa, Dorina Vaccaroni conquista il bronzo nella prova individuale di fioretto femminile, vinta dalla cinese Jujie Luan.

La 16enne statunitense Mary Lou Retton, allenata da Bela Karoly (il mentore di Nadia Comaneci) si laurea campionessa olimpica nell’all around femminile della ginnastica artistica, precedendo le rumene Ecaterina Szabo e Simona Pauca (guarda il video). Decisivi i due 10 ottenuti negli ultimi due esercizi, al corpo libero e al volteggio.

Nella penultima giornata di finali del nuoto spicca poi la più grande sorpresa che arriva dalla piscina di Los Angeles. I 200 farfalla uomini vengono vinti dal 17enne Jon Sieben. Semisconosciuto, il giovane australiano è perfetto nell’ultima vasca, in cui recupera i 3 nuotatori che lo precedevano alla virata e sorpassa il leader e favoritissimo Michael Gross (già due ori fino a quel momento) all’arrivo, togliendogli per un centesimo anche il primato del mondo.

Video – la finale dei 200 farfalla uomini

segui lo speciale “Los Angeles 1984 – 30 anni dopo” sino al 12 agosto su cerchidigloria.it ; seguite cerchidigloria.it anche su facebook , twitter youtube

Leave a Reply