Los Angeles 1984 - 30 anni dopo, Storie Olimpiche — 11 agosto 2014 at 08:00

Olimpiadi Los Angeles 1984 – 30 anni dopo: 11 agosto, Carl Lewis nella leggenda come Jesse Owens

by

olympic-moments-carl-lewis-2L’11 agosto di 30 anni fa, va in scena la penultima giornata delle Olimpiadi di Los Angeles, la più ricca di titoli da assegnare e forse anche di emozioni vissute.

La copertina spetta a Carl Lewis che in questo giorno, vincendo con gli Usa, insiema a Calvin Brown, Sam Graddy e Ron Brown, la staffetta 4×100 metri, eguaglia il mito di Jesse Owens, vincendo come lui a Berlino 1936, quattro medaglie d’oro (100, 200, salto in lungo e staffetta veloce). Il figlio del vento, da qui ad Atlanta 1996, sarà protagonista di altre imprese ai Giochi. Con quella compiuta a Los Angeles si guadagna di diritto un posto nell’immortalità olimpica (guarda il video).

Nel ricchissimo programma dell’ultima giornata per l’atletica in pista, con ben 11 titoli da assegnare, spiccano anche le due vittorie per l’Italia, in una serata indimenticabile. Gabriella Dorio vince i 1500 metri femminili, Alessandro Andrei il getto del peso maschile. Sebastian Coe vince invece una fantastica finale dei 1500 metri maschili (guarda il video), davanti al connazionale Steve Cram, mentre Steve Ovett, non al meglio è costretto al ritiro. Said Aouita, oro nei 5000 metri maschili, è il primo uomo a vincere per il Marocco un oro olimpico.

Giornata di finali anche per il pugilato che emette tutti i verdetti. Anche qui c’è gloria per l’Italia, grazie a Maurizio Stecca, oro nella categoria dei 54 kg. Argenti per Francesco Damiani (supermassimi), Salvatore Todisco (48kg) e bronzi per Luciano Bruno (67kg) e Angelo Musone (91kg). Ad eccezione di tre categorie, i pugili americani portano a casa l’oro in tutte le altre.

La scherma chiude con la prova a squadre di spada maschile. Gli azzurri (Bellone, Cuomo, Ferro, Manzo e Mazzone) sono bronzo dietro Germania Ovest e Francia. Nel calcio la Francia si impone 2-0 in finale sul Brasile, impedendo ai sudamericani quell’unico titolo che ancora manca loro ai giorni d’oggi. Nella giornata precedente l’Italia aveva perso la finale per il bronzo 1-2 contro la Yugoslavia.

Nella pallavolo maschile, oro agli Usa, argento al Brasile e storico bronzo alla nazionale italiana. Dopo aver vinto in campo femminile, la Yugoslavia si impone anche nel torneo maschile della pallamano.

Nel judo, il grande giapponese Yashuiro Yamashita conquista il titolo olimpico nella categoria open, nonostante un infortunio nei turni preliminari che lo fa zoppicare vistosamente e ne debilita forza e velocità sul tatami. Debutta infine, in questa giornata, anche la ginnastica ritmica, per la prima volta alle Olimpiadi. Il titolo individuale va alla canadese Lori Fung (guarda il video).

segui lo speciale “Los Angeles 1984 – 30 anni dopo” sino al 12 agosto su cerchidigloria.it ; seguite cerchidigloria.it anche su facebook , twitter youtube

Leave a Reply