Storie Olimpiche — 30 gennaio 2014 at 16:43

50 anni fa le Olimpiadi Invernali di Innsbruck 1964

by

innsbruck-1964-olympics-cover-pages3Ricorre in questi giorni il 50mo anniversario delle Olimpiadi Invernali 1964 di Innsbruck. La nona edizione dei Giochi olimpici dedicati alle discipline della neve e del ghiaccio, va infatti in scena dal 29 gennaio al 9 febbraio 1964.

Sono 1091 gli atleti in gara (un record) in rappresentanza delle 36 nazioni che sfilarano nella Cerimonia d’apertura, nel cui momento clou viene acceso il braciere olimpico da Josef Rieder, ex sciatore alpino e campione del mondo di slalom nel 1958. Dieci le discipline (sci alpino, biathlon, bob, slittino, hockey ghiaccio, pattinaggio di figura, pattinaggio velocità, sci di fondo, combinata nordica, salto con gli sci) per un totale di 34 eventi ad assegnare medaglie.

Per la prima volta è presente lo slittino e a dominare è la Germania che vince sia la prova maschile che quella femminile, rispettivamente con  Thomas Köhler e  Ortrun Enderlein. C’è una medaglia anche per l’Italia nel doppio, la conquistano Walter Aussendorfer e Sigisfredo Mair, bronzo dietro due coppie austriache. La squadra italiana conquisterà altre 3 medaglie e tutte dal bob: argento nel bob a 2 (Sergio Zardini e Romano Bonagura) e bronzo nel bob 2 e nel bob a 4 per l’equipaggio del rosso volante Eugenio Monti che sarà il primo a ricevere la medaglia De Coubertin per aver prestato un bullone all’equipaggio inglese formato da Anthony Nash e Robert Dixon, permettendo loro di correre la gara, in cui avrebbero conquistato l’oro.

Tra i fatti salienti di questa edizione va ricordata la sovietica Lidia Skoblikova capace di vincere tutte e 4 le distanze del pattinaggio velocità femminile, un altro en-plein in questo sport ai Giochi si vedrà 16 anni dopo, al maschile, con lo statunitense Eric Heiden, vincitore di tutti gli ori a Lake Placid 1980.

Nello sci di fondo un’altra sovietica, Klavdiya Boyarskikh, è sugli scudi per la vittoria di 3 ori tra le donne, mentre tra gli uomini è il finlandese Eero Mäntyranta a vincerne due. Nello sci alpino, c’è un podio “familiare” con le gemelle francesi Christine e Marielle Goitschel prima e seconda sia nello slalom (vinto da Christine) che nel gigante (vinto da Marielle).

Nel medagliere finale di Innsbruck 1964 l’Unione Sovietica chiude al primo posto con 11 ori, 8 argenti e 6 bronzi (26 medaglie) davanti all’Austria padrona di casa (4-5-3) e alla Norvegia (3-6-6). I Giochi si chiudono per la prima volta con una Cerimonia di chiusura in una location differente da quella di apertura e torneranno nella città tirolese, solamente 12 anni dopo, nel 1976, facendola diventare la seconda città, dopo St.Moritz (1928 e 1948) ad aver ospitato per 2 volte le Olimpiadi Invernali.

seguite cerchidigloria.it anche su facebook , twitter youtube

Leave a Reply