Storie Olimpiche, Tokyo 1964 - 50 anni dopo — 10 ottobre 2014 at 00:00

50 anni fa le Olimpiadi di Tokyo 1964, dal 10 al 24 ottobre

by

tokyo 1964 logoEsattamente 50 anni fa, il 10 ottobre, prendevano il via i Giochi Olimpici di Tokyo 1964.

Fu quella la prima Olimpiade ospitata dalla capitale giapponese (che vedrà tornare la bandiera a 5 cerchi, nel 2020) e la prima in Asia.

A Tokyo avrebbero dovuto svolgersi i Giochi del 1940, ma lo scoppio del conflitto con la Cina (1937), convinse il comitato organizzatore a cedere quell’edizione a Helsinki, prima che venisse definitivamente annullata (come quella del 1944) a causa della seconda guerra mondiale, in cui i giapponesi uscirono pesantemente sconfitti, piegati dalle bombe atomiche cadute su Hiroshima e Nagasaki.

Il Giappone, che non partecipa, in quanto stato aggressore, a Londra 1948, si riaffaccia piano piano sullo scenario olimpico, di pari passo con la ricostruzione del paese. Prova ad aggiudicarsi l’edizione del 1960 senza esito, ma viene premiato per quella di 4 anni più tardi. Le Olimpiadi a Tokyo sono una grandissima occasione per aprire le porte della nazione al mondo e ridare entusiasmo agli abitanti, provati dai difficili anni della ricostruzione.tokyo 1964 cerimonia apertura

Alle 14 del pomeriggio del 10 ottobre ha inizio la Cerimonia d’apertura. Nel National Stadium, quello che sta per essere demolito per far spazio al nuovo avveniristico stadio olimpico per il 2020, sfilano le delegazioni di 93 nazioni.

In totale sono 5151 gli atleti in gara. Per l’Italia ci sono 169 atleti, di cui 11 donne. Gli azzurri sapranno farsi valere nella terra del sol levante, conquistando 10 ori, 10 argenti e 7 bronzi che valgono il quinto posto assoluto nel medagliere finale.

OLY-TOKYO 1964E’l’imperatore giapponese Hirohito a dichiarare aperti i Giochi della 18esima Olimpiade Estiva mentre, per accendere il braciere olimpico, viene fatta una scelta dall’alto valore simbolico. Il compito spetta infatti allo studente 19enne Yoshinori Sakai, nato il 6 agosto 1945 nella periferia di Hiroshima, un’ora dopo il lancio della bomba atomica che rase al suolo la città.

L’asta su cui venne issata la bandiera olimpica misura esattamente 15 metri e 21 centimetri e c’è un motivo: si tratta della misura grazie alla quale Mikio Oda vinse il primo oro giapponese nella storia dei Giochi, ad Amsterdam 1928, nel salto triplo.

Attraverso una serie di articoli ripercorreremo, qui su cerchidigloria.it, a 50 anni esatti di distanza, alcuni dei fatti più importanti, delle storie, dei risultati di prestigio e delle curiosità di quella edizione, ripercorrendola giorno per giorno.

Tokyo 1964 segna l’avvento di una nuova era per le Olimpiadi. La tecnologia inizia ad assumere sempre più importanza. Per diffondere le immagini delle gare in tutto il mondo, viene utilizzato il satellite statunitense Syncon III. L’organizzazione per i tanti giornalisti, chiamati a raccontare i giorni di competizione, è curata nei minimi particolari.

A tal proposito, ascoltiamo la voce del celebre giornalista Sandro Ciotti, inviato RAI a Tokyo. Ecco come lui, in un raro audio dell’epoca, raccontava il lavoro di un inviato alle Olimpiadi del 1964.

Video – 7 things about Tokyo 1964 Olympics

clicca qui per guardare il FILM UFFICIALE delle Olimpiadi di Tokyo 1964

Leggi tutti gli articoli dello speciale “Olimpiadi Tokyo 1950” su cerchidigloria.it dal 10 al 24 ottobre 2014 nella sottosezione di “Storie Olimpiche” alla voce “Tokyo 1964 – 50 anni dopo”

Leave a Reply