Canottaggio — 13 novembre 2014 at 20:10

Vincenzo Abbagnale ‘il successo è una lunga pazienza’ – Vita da canottiere (ep.3): Soddisfatto a metà del mio 2014

by

vincenzo abbagnale 2014Al termine della stagione del 2014, sono contento solo a metà. Questo perchè sono riuscito a riconfermarmi ai Mondiali under 23, dove ho vinto anche quest’anno grazie ad un equipaggio e a dei compagni di altissimo livello…ma per quanto riguarda i Mondiali assoluti, non sono del tutto soddisfatto.

La vittoria della finale B, e quindi il 7º posto finale, non ha rispecchiato, secondo me, il nostro reale valore. Vuoi per il campo di gara di Amsterdam nettamente differente da corsia a corsia, vuoi per sfortuna, vuoi per non bravura nostra. Il successo nella finalina, dove sono stati battuti equipaggi rimasti fuori dalla finale per 1 o 2 decimi di secondo, ha confermato la mia ipotesi. Ma ormai è andata ed è inutile piangere sul latte versato, proveremo a rifarci il prossimo anno..

Oltre alla vittoria dei Mondiali under 23, quest’anno ho collezionato anche 3 titoli italiani, 2 nella categoria Under23, e uno nella categoria Assoluti, e sono entrato a far parte della Marina Militare, quindi è stata comunque un’annata ricca di avvenimenti importanti per la mia vita.

Penso di essere migliorato molto rispetto allo scorso anno, sotto qualsiasi punto di vista, peró, la mia asticella è ancora altissima, e per arrivare a quella devo lavorare ancora molto in ogni frangente. Il 2015 per ora è un punto interrogativo. la certezza è che farò il mio meglio per essere sempre protagonista in ogni competizione a cui prenderò parte.

© Canottaggio.org - ph Mimmo Perna

© Canottaggio.org – ph Mimmo Perna

Spero che la Federazione mi faccia partecipare, anche nel 2015, ai mondiali Under23, essendo questo il mio ultimo anno nella categoria. Ma siccome ci sono le qualificazioni olimpiche, è probabile che non prenderò parte alla competizione per concentrarmi di più su obiettivi più alti ancora. Vedremo cosa si deciderà…

In generale sono fiducioso, ho fiducia nel DT La Mura, creatore del nostro programma di allenamento e di centinaia di campioni, e in me stesso, perchè so di avere le carte in regola per poter competere, poi, i risultati parleranno.

Intanto mentre scrivo, siamo già ripartiti con la preparazione invernale, quella più dura, come già avevo spiegato l’anno scorso. Sono cominciati i ritiri, divisi nei centri specializzati di Piediluco e Sabaudia e stiamo già lavorando per la prossima stagione.

Ora ci aspetta un lungo periodo di sola preparazione, perchè la stagione agonistica ripartirà a marzo con le prime gare nazionali, per poi continuare con le prime internazionali, europei, e Mondiali. Dobbiamo essere bravi a trovare stimoli quotidiani e ad allenarci duramente, per obiettivi a breve e lungo periodo…

Alla prossima!

Leave a Reply