Atletica, Mosca 2013 — 11 agosto 2013 at 20:00

Usain Bolt campione del mondo nei 100 metri: 9″77 in finale, sotto la pioggia di Mosca

by

eeeeeeUsain Bolt è ancora campione del mondo nei 100 metri. Il giamaicano si è imposto, sotto la pioggia che ha iniziato a cadere poco prima della finale sullo stadio Luzhniki di Mosca, con il tempo di 9″77, davanti all’americano Justin Gatlin (9″85) ed al connazionale Nesta Carter (9″95).

Ai piedi del podio altri due sprinter della Giamaica (entrambi con 9″98): Kemar Bailey-Cole e Nickel Ashmeade, rispettivamente quarto e quinto. Più dietro lo statunintense Mike Rodgers (10″04), il francese Christophe Lemaitre (10″04) e a chiudere, il britannico James Dasaolu (10″21).

Per Usain Bolt, meno guascone del solito e più “umano” in questa occasione, si tratta del sesto oro ai Mondiali, il secondo nei 100 metri, dopo quello vinto a Berlino 2009, con il 9″58, attuale record del mondo.

Nonostante le assenze di Tyson Gay, Asafa Powell (doping) e del campione uscente Yohan Blake (infortunio), c’era molta attesa per questa finale, come sempre d’altronde, quando un personaggio del calibro di Bolt, scende in pista. Lo rivedremo ancora nei 200 e nella 4×100, a caccia della tripletta anche a Mosca, come avvenuto alle Olimpiadi di Pechino 2008 e Londra 2012.

il video della finale:

Le altre finali di giornata:

Marcia 20km uomini: è arrivato il primo oro per i padroni di casa grazie al russo Aleksandr Ivanov (1h20’58”), vincitore davanti al cinese Ding Chen ed allo spagnolo Miguel Angel Lopez. Più dietro gli azzurri Matteo Giupponi (14mo), Giorgio Rubino (28mo) e Federico Tontodonati (43mo).

Salto in lungo femminile: Vittoria dell’americana Brittney Reese. (7.01) La campionessa olimpica di Londra 2012 ha preceduto la nigeriana Blessing Okagbare (6.99) e la serba Ivana Spanovic (6.82), conquistando il terzo titolo iridato consecutivo nella specialità.

Decathlon: Dopo l’oro olimpico ed il primato mondiale, arriva finalmente la medaglia che mancava nella collezione di Ashton Eaton. Lo statunitense ha chiuso con 8809 punti davanti al tedesco Michael Schrader (8670) e al canadese Damian Warner (8512).

Disco donne: Anche in questa gara la conferma dell’oro olimpico 2012 con il successo della croata Sandra Perkovic (67.99). Sul podio con lei la francese Melina Robert-Michon e la cubana Yalerlys Barrios.

10000 metri donne: Ennesimo oro, il quinto iridato, nella carriera dell’etiope Tirunesh Dibaba (30’43″35) che ha preceduto la keniana Gladys Cherono e la connazionale Belaynesh Oljira.

In casa azzurra da segnalare la bella prova di Libania Grenot, che con 50″47 è risultata la prima delle escluse dalla finale dei 400 metri femminili. Eliminata anche Chiara Bazzoni, con 52″11, a 5 centesimi dal suo primato. Turno superato in mattinata per Matteo Galvan nei 440 maschile, grazie al 45″39, primato personale e settimo tempo italiano all time.

Leave a Reply