Hockey Ghiaccio, SOCHI 2014 — 13 febbraio 2014 at 21:15

Sochi 2014 Hockey ghiaccio: Ok la prima per Russia, Finlandia, Usa e Canada

by

1926913_10152199197155900_131784649_nMolti gol nella seconda giornata del torneo olimpico di hockey ghiaccio, che ha visto oggi quattro partite chiudersi senza troppe sorprese. Primi ad entrare in pista sono state Finlandia ed Austria. Austriaci, dopo soli  36 secondi in vantaggio grazie a Grabner, ma gli scandinavi non si scomponevano e pareggiavano al quinto con Granlund. Nel secondo tempo i finlandesi allungavano con altri due reti (Kontiola e Jokinen) e nell’ultimo parziale mettevano al sicuro il risultato con Immone, Maatta , Leipisto e il secondo gol di Granlund ,scoprendo il fianco nel finale alle reti austriache di Hundertpfund e Grabner che fissavano il punteggio sull’ 8-4 finale. Infortunio per il capitano finnico Selanne che ha lasciato l’incontro nel primo tempo, ma dovrebbe recuperare per la prossima partita.

Nel pomeriggio è arrivato il turno della Russia. I padroni di casa hanno affrontato e battuto la Slovenia per 5-2 con qualche brivido di troppo: subito avanti 2-0 dopo pchi minuti, grazie alle superstar NHL Ovechkin e Malkin, i russi sembravano avviati ad una facile vittoria come dimostravano i 18 tiri contro 4 alla prima sirena. Nel secondo tempo  Jeglic con due gol rimetteva clamorosamente in partita i suoi con le reti del 2-1 prima e del 3-2 poi, terza marcatura russa ad opera di Kovalchuk in power play, ma nel terzo periodo Nichushkin e Belov facevano tirare un sospiro di sollievo al Bolshoi Ice Dome.

Parallelamente alla Russia, gli Stati Uniti hanno affrontato la Slovacchia passeggiando per 7-1, grazie ad un secondo tempo da favola in cui hanno messo a segno ben sei gol. Il terzo tempo diventava così di sola accademia. Da segnalare per gli USA la doppietta di Paul Stastny, il cui padre, Peter, era nato a Bratislava, allora Cecoslovacchia ed ora capitale slovacca ed attualmente europarlamentare.

In serata esordio anche per Canada e Norvegia. Come da pronostico ad imporsi sono stati i nordamericani, anche se con un punteggio  meno ampio di quanto si poteva immaginare, 3-1 lo score finale, merito anche della buona serata del portiere norvegese Lars Haugen autore di 35 parate. Dopo un primo tempo a reti inviolate, il Canada passava due volte nel secondo periodo con Weber e Benn. In avvio di terzo tempo, la Norvegia sfrutta un errore difensivo e trovava il gol che riaccendeva le speranze con Thoresen, speranze però rapidamente stoppate dal gol di Doughty.

Altre quattro partite in programma domani: per il gruppo B Canada-Austria e Norvegia-Finlandia, per il gruppo C Repubblica Ceca-Lettonia e Svezia-Svizzera.

seguite cerchidigloria.it anche su facebook , twitter youtube

Leave a Reply