Hockey Ghiaccio, SOCHI 2014 — 19 febbraio 2014 at 20:24

Sochi 2014 Hockey ghiaccio: Disastro Russia! Svezia-Finlandia e Usa-Canada le semifinali

by

Bg2C9dTIUAAu3ESSaranno Svezia-Finlandia e Stati Uniti-Canada le semifinali del torneo olimpico di hockey ghiaccio maschile a Sochi 2014 e si giocheranno venerdì.

La Svezia ha battuto la Slovenia per 5-0; dopo un avvio lento, la nazionale delle tre corone ha preso il largo nell’ultimo periodo, realizzando quattro reti e raggiungendo la semifinale per la terza volta nelle ultime sei edizioni dei Giochi, nelle altre due volte hanno chiuso sul gradino più alto del podio. Nella partita odierna doppietta di Hagelin e reti di Steen, Daniel Sedin ed Eriksson.

Clamorosa eliminazione della Russia per mano della Finlandia. Il clamore non è tanto per un fatto tecnico, visto che la Finlandia è una delle più forti nazionali al mondo, ma perchè si tratta dell’eliminazione dei padroni di casa che sul torneo di hockey avevano puntato moltissimo, desiderando questo oro (che manca da Albertville 1992) più di ogni altro a Sochi 2014 ed invece fuori dalla zona medaglie, come a Vancouver 2010. I finnici si sono imposti per 3-1, dopo l’iniziale vantaggio russo di Kovalchuk nel primo periodo, subito pareggiato da Aaltonen, al quale ha fatto seguito il gol del sorpasso realizzato dall’eterno Selanne al suo secondo gol in questi Giochi. La Finlandia ha allungato nel periodo centrale con Granlund e poi grazie alle parate di Rask ha resistito nel terzo tempo.

Facile vittoria per gli USA contro la Repubblica Ceca, 5-2 il risultato finale. Pratica chiusa già nel primo tempo, conclusosi sul 3-1, grazie ai gol di Van Riemsdyk, Brown e Bakes per gli USA e di Hemsky per il momentaneo 1-1. Nel secondo tempo la rete di capitan Parise ha allungato ulteriormente il divario, mentre nell’ultimo tempo Kessel ed ancora Hemsky hanno fissato il punteggio sul 5-2.

Soffre a sorpresa il Canada contro la Lettonia, nel primo confronto olimpico tra le due nazioni dal 1936 (11-0 per i canadesi): la diga rappresentata da Gudlevskis, 55 parate per lui, si è dimostrata più ostica del previsto, come sottolineato dal “misero” 2-1 finale. Il Canada è passato in vantaggio dopo tredici minuti con Sharp e tutto sembrava andare come previsto, ma dopo soli due minuti Darzins ha trovato il pareggio. E’iniziato così il lungo assalto canadese che si è chiuso a sette minuti dalla fine con il gol in superiorità di Weber.

seguite cerchidigloria.it anche su facebook , twitter youtube

Leave a Reply