Freestyle, Road to Sochi 2014, Ski Cross — 30 dicembre 2013 at 15:30

Road to Sochi 2014 – Marco Tomasi ep.2: “La qualificazione per le Olimpiadi è molto vicina”

by

1499438_10152076528866306_991700427_nAnche per Marco Tomasi continua la strada verso i Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014. La sua speranza è quella di partecipare nello ski cross, che sarà presente, dopo Vancouver 2010, per la seconda volta nel programma Olimpiadi. Ecco i pensieri dello sciatore azzurro dopo le ultime gare di Coppa del mondo nel 2013:

La gara in Francia, a Val Thorens è stata molto strana. Arrivato in fondo alla qualifica con il numero 29, ero 12mo quindi sarebbe stato un risultato molto buono, ma hanno fatto uno start stop al numero 23 ed essendosi aperto il cielo la pista si è scaldata, diventando parecchioo più veloce. Questo ha favorito i ragazzi meno esperti che sono partiti con i numeri alti, ma per mia fortuna sono rimasto qualificato ed ho cosi potuto fare le finali il giorno seguente.

Sono stato forse un pò sfortunato a trovarmi nella prima Heat due dei 5 atleti più forti al mondo. Dopo aver battagliato per un paio di sorpassi, ho tagliato il traguardo in terza posizione, non abbastanza per passare il turno.

Dopo la Francia è stata la volta delle due gare in casa, in Italia, a San Candido. Nella prima ho avuto grossi problemi con i materiali e non sono riuscito a qualificarmi, mentre nella seconda ero molto veloce in qualifica nel primo e nel secondo parziale (relativamente 10mo e 12mo) mentre ho perso molto nell’ultimo parziale a causa dell’ultima curva verso sinistra. Questa curva è il punto piu veloce della pista e si formano ogni anno molti segni per terra, proprio la peggior situazione per il mio ginocchio.

1476616_10152076518871306_762563900_nNella prima Heat dopo aver fatto una buona partenza ed aver mantenuto la seconda posizione resistendo ad un sorpasso del canadese Leman, sono arrivato in quella curva maledetta senza la decisione necessaria e sempre Leman, avendo visto un po di spazio all’interno, si è infilato spingendomi cosi verso i buchi. In questo modo ha avuto la possibilità di sorpassarmi anche l’americano Teller e sono cosi arrivato quarto. Ovviamente dopo la rabbia iniziale mi sono reso conto che in qualsiasi caso va bene cosi, ho fatto ancora esperienza e rimane il fatto che mi sono qualificato 3 volte su 4 gare, quando invece in tutta la scorsa stagione mi sono qualificato solamente 2 volte.

Sono comunque convinto di poter fare molto meglio di così come ho dimostrato lo scorso anno ai Campionati Mondiali a Voss, quindi cercherò di continuare su questa linea per quanto riguarda le qualifiche e migliorare ancora nelle Heat cosi da poter arrivare a fare qualche podio.

La qualificazione per Sochi 2014  è molto vicina (19 gennaio) e noi abbiamo ancora 3 appuntamenti prima di quella data. Sono molto fiducioso di poter avere tutte le carte in regola entro quella data per gareggiare a Sochi e per provare ovviamente a indovinare la gara più importante di questa stagione! Alla prossima!

Video: Gli Highlights della seconda gara maschile a San Candido (Innichen) 22 dicembre 2013

Leave a Reply