Freestyle, Road to Sochi 2014, Ski Cross — 10 dicembre 2013 at 16:00

Road to Sochi 2014 – Marco Tomasi ep.1: “il mio inizio di stagione in Canada”

by

1497748_10151757755317131_678536549_n

Alle Olimpiadi Invernali di Sochi 2014 mancano oggi esattamente 60 giorni. Nello scorso weekend, è iniziata ufficialmente la stagione dello ski cross con la prima prova di Coppa del mondo 2013-2014 in Canada, a Nakiska.

Marco Tomasi (ottavo ai Mondiali 2013) è un’atleta della nazionale italiana che gareggia in questa disciplina, inserita nel programma dei Giochi Olimpici dall’edizione di Vancouver 2010.

In questi giorni che mancano a Sochi 2014 lo seguiremo nella sua stagione e nel suo percorso verso l’Olimpiade, per far conoscere più da vicino questo sport che merita maggiore considerazione anche in Italia per lo spettacolo e l’adrenalina che regala. Ecco i pensieri di Marco Tomasi dopo la trasferta in Canada:

Finalmente è cominciata la Coppa del mondo di ski cross. L’inizio di stagione è sempre un momento abbastanza delicato. E’il primo vero confronto con tutti gli avversari ed è anche il momento che ti può spingere in alto il morale o che può rendere tutto più difficile. Penso di essermi allenato molto bene fisicamente durate tutta l’estate e di aver ripreso benissimo dopo l’ennesimo intervento al ginocchio destro che ho fatto il 6 maggio. Per quanto riguarda l’allenamento sugli sci sono estremamente contento di aver tenuto fede alla mia idea di non sciare fino a settembre. Da quel mese in poi abbiamo avuto la possibilità di sciare quasi sempre con ottime condizioni sia allo Stelvio che a Saas Fee come anche a Stubai.

La prima gara della stagione è stata a Nakiska, in Canada. E’un posto stupendo, io amo questa nazione, le piste sono immerse nella natura e le condizioni la maggior parte delle volte sono ideali! Quest’anno abbiamo trovato una temperatura un pò troppo rigida per le gare. Proprio per questo se ne è disputata solo una, invece delle due previste.

936042_10152045279136306_1357242366_nSono veramente molto contento di essere andato bene già alla prima qualifica della stagione dove sono arrivato 17mo ma quello che mi fa più contento è il fatto di aver segnato l’ottavo parziale sia nella prima che nella terza parte del percorso, mentre nella sezione centrale ho fatto un piccolo errore ed avevo il 34mo tempo. Per quanto riguarda le Heat invece sono un pò arrabbiato perchè ho sbagliato la prima “struttura” dopo la partenza penalizzando cosi la mia intera gara. L’unica cosa che mi ha fatto piacere è invece che come sempre sono riuscito a dimostrare di avere un certo talento nei sorpassi! Essere riuscito a sorpassare nel punto più difficile della pista mi ha dato veramente un’iniezione di fiducia nei miei mezzi.

I miei compagni di squadra non si sono qualificati per le heat, ma con quelle condizioni di temperatura e neve non era una cosa semplice, spero sinceramente di trovarmi a fare una heat con qualcuno di loro magari già in Francia o meglio ancora nella tappa di S. Candido!

Io spero dopo questa qualifica di aver ritrovato la totale fiducia in me stesso e spero anche di aver finalmente capito cosa serve per andare forte appunto nelle qualifiche. Per quanto riguarda invece le heat, cercherò in tutti i modi di tornare a casa dalle prossime tre gare con il mio personale regalo di natale a me stesso! Alla prossima!

clicca qui per guardare il video con gli highlights della finale della prova maschile di ski cross a Nakiska per l’apertura della Coppa del mondo 2013-2014.

Leave a Reply