Road to Sochi 2014, SOCHI 2014 — 2 giugno 2013 at 08:10

Road to Sochi 2014: Giorgia Bertoncini ep.1 “Da Ruka a Kreischberg”

by

Giorgia Bertoncini ha 19 anni ed è la più giovane tra tutti le atlete coinvolti nel progetto “Road to Sochi 2014“, iniziato lo scorso anno su wintersport-news.it. La sua disciplina è il freestyle, è interpete sia dei moguls che dello slopestyle, specialità che si appresta a debuttare nel programma olimpico. Nella stagione 2011-2012 è’arrivata seconda in Coppa Europa, sfiorando la medaglia ai Mondiali junior 2012 nello slopestyle. Il 2012-2013 è stata la sua prima stagione in Coppa del mondo. Nel primo episodio ci ha parlato proprio del debutto nel circuito con le prove disputate a Ruka (Fin) e Kreischberg (Aut):

 

pubblicato su wintersport-news.it il 3 dicembre 2012 

La Coppa del mondo di moguls si è aperta il 15 dicembre a Ruka, in Finlandia nel circolo polare artico. Come prima trasferta dell’inverno è stata un pò traumatica, sia per il freddo polare che per il buio perenne che dopo un paio di settimane diventa quasi opprimente.

Dopo una decina di giorni di allenamento ho partecipato ad una Fis Race che si è disputata proprio sul pendio di gara. L’ho chiusa bene, al terzo posto ma la gara vera e propria è arrivata una settimana più tardi. Mi sono classificata in 29ma posizione. Come esordio in Coppa del mondo è stato molto buono, ho disputato una buona run con qualche errore qua e là ma tutto sommato sono contenta del mio risultato soprattutto perchè la tensione in partenza era alle stelle. Non tanto per la gara in sè ma per l’ambiente che si crea in una competizione di questo livello. Già solo il fatto di vedere il megaschermo in fondo alla pista ti faceva capire che si stava facendo sul serio!

500x302Subito dopo la gara siamo partiti per tornare a casa, giusto il tempo di rifare le valige e poi subito a Kreischberg, in Austria per la seconda tappa stagionale. Torrnare a casa dopo un mese di solo sci e nient’altro che sci non è affatto rilassante come pensavo, infatti mi sono ricordata che nel frattempo ho anche la scuola a cui pensare. Ho dovuto studiare un bel pò per recuperare giorni e giorni di lezioni perse.

La pista di Kreischberg era molto particolare, ho fatto parecchia fatica nei due giorni di allenamento per riuscire a tirare giu una run decente. Il giorno della gara infatti non ero di buon umore ma ho affrontato le mie discese di prova con grinta e sono riuscita ad acquistare la sicurezza necessaria per affrontare la gara. Via la tensione e le preoccupazioni, ero sicura che sarebbe andata bene ed in partenza ero eccessivamante tranquilla. Purtroppo ho sbagliato la ripresa del primo salto e sono caduta verso metà pista.

Nonostante la mia brutta giornata sono molto felice per il mio compagno di squadra Giacomo Matiz, chedopo essersi qualificato per le finali a Ruka è riuscito a qualificarsi ancora nei primi 16 qui a Kreischberg.

Ora si cancella questa brutta giornata e si da il via agli infiniti cenoni natalizi che mi aspettano in questi giorni. Il 27 di questo mese partirò per Chiesa in Valmalenco dove mi allenerò nello snowpark inpreparazione alle gare di Coppa del Mondo di Copper Mountain in Colorado.

Leave a Reply