Road to Sochi 2014, Ski Jumping, SOCHI 2014 — 25 novembre 2013 at 17:30

Road to Sochi 2014 – Elena Runggaldier ep.5: “La stagione sta per iniziare!”

by

Elena Runggaldier (ITA) in Lillehammer 2012Ciao a tutti! Sono a casa in Val Gardena e sto aspettando che nevichi da qualche parte….con la squadra volevamo iniziare a Ramsau con i primi salti d’allenamento invernali ma, fino a questa mattina, non sono ancora stati in grado di fare neve a causa delle temperature troppo alte.

Penso che a metá di questa settimana riusciremo a trasferirci per un breve raduno, prima della partenza verso la Norvegia per l’apertura della Coppa del mondo femminile.

Quest’anno c’è un po’ più da aspettare per saltare sulla neve, ma mi sono allenata tanto d’estate e ho saltato fino all’inizio di questo mese, quindi una pausa di 10 giorni senza saltare non penso che sia poi la fine del mondo, anzi….a volte è anche meglio per la testa, staccare un po’.

Gli ultimi allenamenti sono stati sui trampolini di Villach, in Austria e di Kranj, in Slovenia, all’inizio di novembre. Prima, nello scorso mese, ho avuto anche la possibilità di saltare sul trampolino di Oberstdorf, dove ho potuto usufruire anche dei canali di ghiaccio. Devo dire che mi sento abbastanza bene e ho delle buone sensazioni con il lavoro che sto facendo.

La partenza della stagione si avvicina…tra poco più di una settimana (dal 6 all’8 dicembre), con una gara mista a squadre e una individuale, si aprirà a Lillehammer la Coppa del mondo di salto con gli sci femminile. In quei giorni ci saranno anche le gare di salto maschile, sul trampolino grande, e di Combinata nordica.

Per ora non voglio pensare a che piazzamento potrà arrivare, il mio obiettivo deve essere quello di saltare con costanza e soprattutto saltare determinata, solo alla fine guarderò il risultato.

549420_344809912302746_1457630841_nPer i ragazzi intanto la stagione è già iniziata, proprio nel weekend appena concluso. Stando a casa, ne ho approfittato per vederli in tv. A dire la veritá non mi é sembrato per niente giusto che abbiano svolto le gare in quelle condizioni pericolose. Schlierenzauer e Bardal hanno avuto un gran coraggio a non voler saltare e penso che hanno fatto bene perché alla fine sembra quasi che facciano le gare solo per la televisione e per lo spettacolo ed è ingiusto nei confronti di noi atleti. Sarebbe un peccato farsi male per una gara così e di conseguenza rischiare di saltare proprio l’appuntamento più importante dell’anno, quello per cui tutti stiamo lavorando: le Olimpiadi di Sochi 2014. Questo è il mio punto di vista da saltatrice, alla fine sta sempre alla giuria decidere, è il loro lavoro e non voglio assolutamente mettermi nei loro panni.

Vi saluto per questa volta, dando appuntamento a tutti per la mia prima gara stagionale in Norvegia. Ci risentiremo da lì! 🙂

Leave a Reply