SOCHI 2014, Viaggio della Fiamma — 3 giugno 2013 at 08:30

Ecco la torcia olimpica di Sochi 2014

by

Lo scorso 14 gennaio, a 389 giorni dal via dei Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 e a poco meno di 10 mesi dall’inizio del viaggio della fiamma, è stata presentata ufficialmente a Mosca la torcia che condurrà il fuoco dall’Antica Olimpia sino alla destinazione finale, il braciere del Fisht Olympic Stadium di Sochi, durante la Cerimonia d’apertura del 7 febbraio 2014.

A fare gli onori di casa durante la cerimonia che si è svolta nella capitale russa, oltre a Dimitri Chernysenko (capo del comitato organizzatore della 22ma Olimpiade Invernale), sono stati gli ambasciatori dei Giochi Tatyana Navka (oro a Torino 2006 nella danza), Natalia Vodianova (celebre modella e attrice), Ilya Averbukh (argento a Salt Lake City 2002 nella danza) e Olesya Vladykina (nuotatrice paralimpica oro a Pechino 2008 e Londra 2012).

A realizzare il futuristico design della torcia, alta 95 centimetri per 1.8 kg di peso, è stato un gruppo di ingegneri e designers russi guidati da Vladimir Pirozhkov e Andrey Vodyanik. Nel progettarla si sono preoccupati di crearla in modo che si adattasse nel modo migliore possibile ad agenti atmosferici come il forte vento ed il gran freddo che la fiamma troverà nel suo cammino.

colori sono il bianco ed il rosso, tradizionalmente legato allo sport in Russia. Design identico anche per la torcia paralimpica che differisce solo nel colore con il blu utilizzato al posto del rosso, a simboleggiare la forza e lo spirito del movimento paralimpico. Ne saranno prodotte 14mila, una per ciascun tedoforo impegnato.

500x343

Il fuoco olimpico sarà acceso dai raggi del sole attraverso uno specchio concavo, durante la tradizionale cerimonia nel sito dell’Antica Olimpia, in Grecia. Inizierà il suo viaggio il 7 ottobre, attraversando tutte le regioni dello sterminato territorio russo. Sarà il più lungo tra quelli all’interno di una sola nazione con 65mila chilometri da percorrere in 123 giorni.

Chernyshenko ha anticipato che la fiamma toccherà nel suo tragitto luoghi come la cima del monte Elbrus (la vetta più alta della Catena del Caucaso), il lago Bajkal, ed il Polo Nord. Seguiremo tutto il suo percorso qui su “Cerchi di Gloria”.

Leave a Reply