RIO 2016 — 23 marzo 2014 at 15:00

La pulizia della acque inquinate una delle priorità per il comitato organizzatore di Rio 2016

by

rio_olympic_park_b030210_2La pulizia delle acque inquinate sarà una priorità nonchè una grande sfida per il comitato organizzatore delle Olimpiadi di Rio 2016, da vincere anche per lasciare un’importante eredità nella zona, al termine dei Giochi. Il direttore della comunicazione di Rio 2016, Mario Andrada è fiducioso sulla riuscita di quella che si presenta come un’operazione piuttosto complessa.

I livelli di inquinamento sono molto alti nella Marina da Glória, così come nella baia che ospiterà le gare del nuoto in acque libere e il triathlon, o nella Lagoa Rodrigo de Freitas, teatro di canottaggio e canoa.

La Marina de Gloria riceve ancora il 60% di tutte le acque reflue prodotte in ambito locale, per un totale di 6.000 litri al secondo, così come tonnellate di rifiuti su base giornaliera. Occorrerà uno sforzo importante e servirà anche l’aiuto della popolazione per superare quello che per anni è stato un problema irrisolvibile.

Leave a Reply