CIO & Olympic News, Tokyo 2020 — 27 novembre 2013 at 12:46

Ridimensionato il progetto dello stadio olimpico di Tokyo 2020

by

Zaha-Hadid-New-National-Stadium-TokyoDopo la vittoria e l’assegnazione dei Giochi Olimpici 2020, a Tokyo è già tempo di pianificare il da farsi. L’avveniristico stadio olimpico, che sorgerà al posto del vecchio National Stadium (teatro dell’Olimpiade di Tokyo 1964) è stato oggetto di critiche per il suo design, la posizione e l’enorme budget richiesto per la costruzione.

In una riunione del consiglio sportivo giapponese (JSC), è stato proposto di ridurre la dimensione dello stadio di circa un quarto, con un ridimensionamento complessivo di 70mila metri quadrati.

I media nipponici riferiscono che, attuando questa revisione al progetto della Hadid, ci sarebbe una forte riduzione dei costi con 1,8 miliardi di dollari anzichè i 3 miliardi di dollari previsti inizialmente, sebbene non vi sia stata nessuna comunicazione ufficiale su questi dati.

La capacità dello stadio, con i suoi 80mila spettatori, resterebbe inalterata così come il tetto retrattile, destinato probabilmente a rimanere, poichè ritenuto necessario per ospitare altri eventi non sportivi. Il nuovo stadio olimpico di Tokyo dovrebbe essere pronto in tempo per la Rugby World Cup 2019, un anno prima di essere il cuore delle Olimpiadi Estive 2020, teatro delle prove di atletica e della Cerimonia di apertura (24 luglio 2020) e di chiusura (9 agosto 2020).

Leave a Reply