CIO & Olympic News, Olimpiadi 2024 — 18 febbraio 2016 at 14:34

Olimpiadi 2024: all’orizzonte una sfida molto combatutta

by

roma 2024 malagòLe 4 città candidate all’organizzazione dei Giochi Olimpici 2024 hanno lanciato la loro vision dell’Olimpiade, inviando i propri dossier al quartier generale del CIO, a Losanna.

Quella tra Roma, Parigi, Los Angeles e Budapest si prospetta come una sfida quanto mai appassionante. Entrambe le città ci credono e sono supportate nella loro avventura dalle istituzioni. Quattro proposte diverse ma ognuna con un proprio fascino e un perchè che non renderà semplicissimo, nel 2017, il compito di scegliere la candidatura vincente.

Guardando in casa nostra, il dossier di Roma 2024, presentato ieri al Centro Congressi dell’Eur, è senza dubbio interessante. La capitale sarebbe coinvolta in varie zone con delle soluzioni indubbiamente suggestive, come il beach volley al circo massimo, il tiro con l’arco ai fori imperiali, sede anche degli arrivi della maratona, delle prove di marcia e delle gare in linea del ciclismo su strada . Senza contare l’emozione di una medal plaza all’ombra del Colosseo.

il logo della candidatura di Los Angeles

il logo della candidatura di Los Angeles

Un peso importante l’avrà la zona di Tor Vergata, dove oltre ad alcune venues tra le più importanti, sorgerà anche il villaggio olimpico. Quello che traspare è la volontà di realizzare le gare dei Giochi in un mix tra luogi storici e pieni di cultura e moderni impianti all’avanguardia, senza dimenticare di recuperare impianti come lo Stadio Flaminio, che vive in uno stato di totale degrado e abbandono e la riqualificazione di alcune aree. (clicca qui per scaricare la brochure con i dettagli su Roma 2024)

Se il Comitato di Roma 2024 riuscirà nell’impresa oltre che di vincere, anche soprattutto in quella di non sperperare e di non farsi scappare una grande occasione per apportare concreti benefici alla capitale, che restino come traccia nel tempo, allora la potenzialità di una Olimpiade romana sarebbe infinita. Certo però che al momento la strada da fare è ancora lunga, con avversarie agguerrite, forti di di proposte di valore e di grande entusiasmo.

Leave a Reply