CIO & Olympic News, Lotta — 8 settembre 2013 at 17:40

La lotta è salva! Sarà tra gli sport olimpici anche a Tokyo 2020 e nel 2024

by

f1452_120805073924-olympics-sun-55-horizontal-galleryLa lotta è salva e farà parte dei Giochi Olimpici anche nel 2020 e nel 2024! Questo il verdetto, arrivato pochi istanti fa da Buenos Aires, che fa tirare un sospiro di sollievo ad atleti, dirigenti, praticanti ed appassionati di una delle discipline più antiche e più ricche di tradizione olimpica.

Con 49 voti su 95, sono stati superati Baseball (Softball al femminile) e Squash che hanno ottenuto rispettivamente 24 e 22 voti.

A febbraio, per la lotta, il futuro olimpico appariva denso di nubi dopo l’esclusione dagli sport olimpici a partire dal 2020. Ora è tornato il sereno grazie a questo importantissimo risultato.

un incontro di lotta a Londra 2012

un incontro di lotta a Londra 2012

La lotta era rientrata in corsa, inclusa nella shortlist insieme alle altre due discipline, lo scorso 29 maggio, grazie soprattutto alla grande campagna mediatica globale (#SaveOlympicWrestling) portata avanti dalla rinnovata FILA (Federazione Internazionale della Lotta) e da tutti le federazioni nazionali, con in prima linea atleti, tecnici ed appassionati di questo sport.

La sua esclusione aveva sorpreso non poco, in quanto andava a colpire chi era stato sempre presente ai Giochi sin dalla prima edizione ad Atene nel 1896, nonchè una disciplina ricca di storia e tradizione,  in assoluto tra le più “olimpiche”. Durante la presentazione finale prima del voto, il presidente della FILA Lalovic ha esordito affermando  “Oggi è il giorno più importante per il nostro sport, in 3000 anni di storia“.

downloadNiente da fare per lo squash, che ha fallito per la terza volta l’ingresso nelle Olimpiadi. Lo sviluppo a livello mondiale, l’incremento del numero dei praticanti, i bassi costi e la facile integrazione, le armi portate avanti per tentare di spuntarla.

Bocciatura anche per il baseball (softball al femminile) che cercava un ritorno, dopo essere stato presente da Barcellona 1992 a Pechino 2008. Fattori decisivi in negativo, lo scarso interesse e soprattutto il mancato seguito del pubblico nei precedenti tornei olimpici di baseball, privi peraltro dei giocatori della MLB, difficili da coinvolgere per tutta una serie di dinamiche.

La lotta ha ritrovato dunque il posto che le spetta e gli errori commessi in passato dalla Federazione Internazionale, sono serviti e serviranno a far rinascere questo sport e a rendere i suoi organismi più moderni.

Per la cronaca si era arrivati a questa shortlist a 3, dopo l’eliminazione a maggio di karate, pattinaggio a rotelle, arrampicata, wakeboarding e wushu, per la delusione soprattutto dei numerosi appassionati dei primi due sport che da tempo chiedono al CIO di essere accettati alle Olimpiadi.

Leave a Reply