Cerchi di Gloria, CIO & Olympic News — 5 dicembre 2013 at 23:00

Addio a Nelson Mandela “un sognatore che non si è mai arreso” In lutto anche il mondo olimpico

by

IMAGEN-12296535-2Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso“…..”La pace non è un sogno: può diventare realtà, ma per custodirla bisogna essere capaci di sognare”…..”La morte è inevitabile. Quando un uomo ha compiuto quello che ritiene essere il suo dovere nei confronti della sua gente e del suo Paese, può riposare in pace. Penso di essermi impegnato in tal senso ed è per questo che potrò dormire sereno per l’eternità“, queste frasi appartengono a Nelson Mandela e risuonano più forti, questa sera, nel momento della sua scomparsa.

Aveva 95 anni e con lui se ne va una grande figura del XX secolo, un gigante nella lotta per la pace e la libertà, figura centrale nel processo che portò finalmente a sgretolare il regime dell’apartheid, a causa del quale il Sudafrica rimase per anni emarginato anche dal mondo sportivo, tornando alle Olimpiadi dall’edizione di Barcellona 1992.

Questa sera il web e i social sono pieni di articoli e di messaggi in memoria di Nelson Mandela, con tanti attestati di stima e di ricordo provenienti dal mondo dello sport con atleti e dirigenti in prima linea, con lo stesso Thomas Bach, presidente del Comitato Olimpico Internazionale. La bandiera olimpica nella sede del CIO  a Losanna, sarà a mezz’asta per tre giorni, in segno di lutto.

Noi, nel nostro piccolo, abbiamo scelto di ricordare questo grande personaggio, riproponendo una scena tratta dal film Invictus che diretto da Clint Eastwood racconta il trionfo degli springboks nei Mondiali di Rugby 1995. Morgan Freeman che interpreta nella pellicola il presidente sudafricano Premio Nobel per la pace 1993, legge qui una poesia che aiutò molto e fu di ispirazione per Mandela durante i lunghissimi e durissimi 27 anni di prigionia a Robben Island: si chiama “Invictus” (l’invincibile) e fu scritta dal poeta inglese William Ernest Henley, nel 1875.

Leave a Reply